lunedì 13 settembre 2010

Piccata alla milanese


In Germania i matrimoni sono diversi dai nostri. Nel senso che non seguono necessariamente lo schema cerimonia-lancio del riso-sequestro degli sposi da parte del fotografo-aperitivo-pranzo-pranzo-pranzo-pranzo... Ogni coppia di sposi tedeschi organizza, con l'aiuto degli amici, qualcosa di particolare per il proprio matrimonio e non è detto che il pranzo sia il momento più importante. A seconda dello stile e del carattere degli sposi, può essere che si sia accompagnati a visitare un castello, si partecipi a una lotteria, a un concerto, a giochi in stile "villaggio turistico" ecc. ecc. Solitamente ci si diverte molto...
Ad agosto sono stata invitata a Francoforte al matrimonio di mio cugino. Svolgimento della giornata:
- messa alle ore 11
-sul sagrato della chiesa aperitivo con Prosecco e Bretzeln; per chi non le conoscesse, eccole qui:


-trasferimento in auto a un Golf Club alle porte di Francoforte
-aperitivo nr.2 a base di Bellini e... basta
-breve visita al campo da golf, chiacchiere, foto

nel frattempo è pomeriggio inoltrato e lo stomaco incomincia a brontolare, specie quello di noi italiani ("non mangiare tutta quella roba a colazione, tienti leggera, ricordati che stiamo andando a un matrimonio perdinci!")

-ore 16.30 ci si siede in giardino, un breve discorso da parte dello sposo, poi taglio della torta, ba-cio! ba-cio! richiesto dai parenti italiani (noi) e mega-buffet di dolci con caffè

poi, anche se nessuno degli invitati sa giocare a golf, ci accordano il permesso di fare qualche tiro in buca sul campo pratica e ci vengono distribuite le mazze, con la raccomandazione di toglierci le scarpe con i tacchi. mio cugino e io non giochiamo, ma vogliamo vedere da vicino il meraviglioso, verdissimo prato: "guarda che è erba sintetica, non vedi com'è folta?" fa lui; "già, sembra moquette" dico io e mi chino a strapparne un ciuffetto: vedo che ha le radici. Tempo zero si materializza davanti a noi un incaz...issimo omino in divisa, che ci intima di andarcene immediatamente dal campo: RAUS!

alle ore 20.00 finalmente inizia la cena, che è tutta ispirata all'Italia: i camerieri ci servono degli antipasti, tra cui mozzarelle di bufala, vitello tonnato, verdure alla griglia ecc., e poi le restanti pietanze sono a buffet. Sul mio menù leggo che c'è un risotto ai funghi, uno spaghetto al pomodoro, del salmone in crosta e... la "piccata alla milanese". Allora io abito a Milano da più di quarant'anni, ma la piccata non l'ho mai vista né mangiata. Chiedo lumi ai miei commensali tedeschi, che prima credono stia scherzando, e poi cominciano a ridere, a ridere... Peccato che nessuno sappia spiegarmi bene cosa sia 'sta piccata né tantomeno come si cucini! L'unica cosa certa è che è un classico "piatto da mensa aziendale". Bè, me la vado a prendere, constato che trattasi di un piatto di carne e che è anche molto gustoso:



Di ritorno a casa, ho cercato su internet la ricetta della piccata alla milanese e l'ho trovata su diversi siti tedeschi e svizzeri:

ingredienti per 3 persone
12 piccole fettine di vitello
2 uova
100 g di parmigiano grattugiato
farina, burro, sale, pepe

per la salsa
1 scalogno
1 scatola di pelati
olio evo, sale, zucchero, prezzemolo

Per la salsa, affettate sottilmente lo scalogno, fatelo appassire in un po' d'olio d'oliva, poi aggiungete i pelati. Aggiungete sale e un cucchiaino di zucchero e fate cuocere a fuoco moderato. Infine unite il prezzemolo tritato.

Battete le fettine di carne, poi salatele e pepatele da entrambi i lati e infarinatele. Sbattete le uova in un piatto fondo, unite il parmigiano grattugiato e mescolate bene. In una padella ampia scaldate un po' di burro. Passate le fettine di carne nell'uovo e parmigiano e doratele in padella a fuoco vivace per circa 3 minuti per lato. Togliete l'unto in eccesso con carta da cucina.
Servite con la salsa al pomodoro e del riso in bianco.

Provare per credere. Guten Appetit!


8 commenti:

  1. Se potessi tornare indietro, mi sposerei in Germania. Punto.
    Piccata nel menu del pranzo di nozze compresa :-)
    ciao bella, buona giornata
    ale

    RispondiElimina
  2. Puoi sempre puntare sulla Creatura... se vuoi le presento un po' di tedeschini ;-)

    RispondiElimina
  3. ahahah.... è stato grandioso leggere il tuo post!

    Gli svizzeri erano quasi riusciti a convincermi che la "piccata" fosse un tipico piatto milanese che io non conoscevo perchè sono di Brescia :D

    RispondiElimina
  4. grazie luna! ahahah, questi nordici...

    RispondiElimina
  5. domani faro' la piccata alla milanese... anche qui in austria sono convinti che sia milanese!!! vaglielo a spiegare che non e' cosi'!!!sono un cuoco italiano e mi vergogno di fare queste presunte pietanze italiane!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao nicola! coraggio.... comunque è buona la piccata :)

      Elimina
  6. l'articolo è delizioso!!!!! Finalmente svelato il mistero che mi stava facendo impazzire! Nell'arco di appena tre giorni sia un austriaco DOP che una cuoca turca trapiantata in Austria volevano convincermi che la "picatta milaneze" fosse un piatto tipico italiano!!! :)

    RispondiElimina
  7. grazie per il tuo commento! sono contenta di aver svelato un mistero :)))

    RispondiElimina