lunedì 12 settembre 2011

Impressioni da NY e Muffins speziati ai cranberries

English recipe below:
Cranberry Spiced Muffins

A New York non vivrei mai. Troppa gente. Troppo rumore. Troppe strade. Troppo di tutto!
Ma ovviamente resta una delle megalopoli più affascinanti e imperdibili. Dopo aver camminato a naso in su tra i suoi "canyon" di grattacieli, il nostro Pirellone mi è sembrato così minuscolo... La vista dall'alto del Rockefeller Center ("Top of the Rock"), specialmente di notte, è un'emozione che toglie il fiato. Personalmente lo preferisco all'Empire State Building, dove la vista non spazia altrettanto liberamente. E' davvero molto romantico cenare ai piedi del grattacielo Rockefeller, davanti all'orrenda (e diciamolo!) statua dorata di Prometeo, nella conca che d'inverno diventa pista di pattinaggio, e poi salire al 70° piano a godersi le luci della città dall'alto.

Prometeus, Rockefeller Plaza

Taxi all'aeroporto JFK
 
Traghetto da Staten Island



Farmer's Market

Farmer's Market
 
Times Square

Sulla Broadway ho scoperto un negozio di "caccavelle" fantastico! Si chiama Fishs Eddy e spedisce anche oltremare: a buon intenditor...


Ma veniamo alla ricetta di oggi.
Gli americani, sempre pratici, non si complicano troppo la vita quando cucinano. La preparazione di questi Muffins speziati ai cranberries non fa eccezione, a partire dalla farina autolievitante che funziona alla perfezione e risparmia la fatica di dover dosare lievito ed eventuale bicarbonato. Se utilizzerete una farina di buona marca vi assicuro che il risultato non vi deluderà!

I cranberries - anche detti mirtilli rossi - sono delle bacche tipiche degli USA che vengono coltivate soprattutto nel New England. In Italia si trovano periodicamente nei supermercati Lidl e in alcuni negozi di alimenti biologici. I miei provengono direttamente da uno scaffale di Shaw's a Boston, fantastica catena di supermercati, e sono stati raccolti a Cape Cod: sono essiccati, ma sono così succosi che sembrano freschi... troppo buoni!!!!!


ingredienti per 10 muffins:
200 g di farina autolievitante
80 g di zucchero di canna
una grattata di noce moscata
un pizzico di sale
1 grossa arancia per ottenere 75 ml di succo
75 ml di latte
60 g di burro fuso
1 uovo codice "0"
100 g di cranberries

In una ciotola mescolate la farina setacciata con lo zucchero, la noce moscata e un pizzico di sale.
In un'altra ciotola versate il succo d'arancia e il latte, poi unite il burro fuso e l'uovo appena sbattuto.
Versate gli ingredienti liquidi in quelli secchi e mescolate brevemente (fidatevi: meno mescolerete e meglio verranno i muffins, non importa se rimangono dei grumi).
Infine aggiungete i cranberries, mescolate delicatamente e versate il composto nei pirottini di carta.
Spolverizzate ogni muffin con un po' di zucchero di canna e infornate in forno già caldo a 200°C per circa 20 minuti.
Il top del top? Gustarli ancora caldi con un po' di burro fuso! Oh yeah!!!!

 
la mia nuova caccavella: il Cake Tester!


ingredients for 10 muffins:
200 g self-raising flour
80 g cane sugar
freshly grated nutmeg
a pinch of salt
75 ml freshly squeezed orange juice
75 ml milk
60 g melted butter
1 medium egg
100 g dried cranberries

In a bowl combine the sifted flour and sugar, add the grated nutmeg and the pinch of salt.
In another bowl pour the orange juice and the milk, add the melted butter and the egg and beat lightly.
Pour the liquid ingredients into the bowl of dry ingredients and stir shortly (the less you stir and the lighter will be the muffins, don't mind if some lumps remain).
Last of all, add the cranberries and stir gently. Fill the muffin cups.
Sprinkle some cane sugar on top of each muffin and stick in the preheated oven at 200°C for about 20 minutes.
The real treat? Eat them warm with a bit of melting butter... yummie!!

13 commenti:

  1. Cri, ciaoooo....Ma allora tu ci sei stata da poco? e non ti manca? Grazie per essere passata e per le tue parole. N.Y.è un po' dovunque in questi giorni ed è commovente vedere come le persone cerchino di dare un piccolissimo segno d'amore per una città straordinaria più magica dell'araba fenice. Sei un tesoro e questi muffin hanno davvero tutto lo spirit of NY nel loro cuore morbido. Ti abbraccio. Pat

    RispondiElimina
  2. io, invece, ci vivrei. Ci sono anche vissuta per un po'- ma era troppo presto, per poter prendere una decisione così estrema come mollare tutto e fermarsi al di là del mare. Gli eventi successivi della mia vita hanno confermato che ho fatto la scelta sbagliata :-), ma quando ho avuto la maturità necessaria per fare scelte coraggiose, queste prevedevano uno scenario tutto italiano, purtroppo.
    E così, mi accontento di andarci, appena posso e di bearmi di un ritmo di vita che ho sotto pelle, frenetico, convulso, e con l'impressione di essere sempre un passo avanti a tutti. Se sia vero, non lo so: ma voglio pensare di sì- quanto meno per godere al massimo del potere rigenerante che questa città ha sul mio umore, sulla mia felicità, sui miei sogni.
    Grazie per le foto e per la ricetta
    ale

    RispondiElimina
  3. Non ci sono stata, ma non è proprio in cima alla lista dei posti in cui vorrei andare...beh! non su tutti ha lo stesso fascino, a differenza dei tuoi muffin che invece mi attirano tantissimo!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  4. Ma che belle foto della tua vacanza!
    ma il negozio di caccavelle?????wow!
    e i muffin? doppio wow!
    e la tua caccavella nuova???? triplowow

    RispondiElimina
  5. adoro i diari di viaggio e i muffin!

    RispondiElimina
  6. ciaoooo .. quanto ti invidioooo , mi piacerebbe tanto andare a new york !!! Per ora rimane un sogno , chissà che un giorno non si avveri .

    RispondiElimina
  7. Noooo!!! Mi sono persa Fishs Eddy nel maggio scorso!!! Qui occorre rimediare!!! :-D

    P.S.: neanch'io ci vivrei, troppo caotica; però è bello visitarla. :-)))

    RispondiElimina
  8. @mirtilla: grazie grazie grazie!
    @patty: ci sono stata a fine agosto, giusto in tempo per beccarmi l'uragano... sì, davvero una città straordinaria, immensa!
    @ale: vero, NY è sempre uno, o anche due, passi avanti. per mia figlia è stata una folgorazione! però preferisco realtà un po' più a misura d'uomo...
    @loredana: una volta nella vita bisogna andarci però! vedere per credere...
    @artù: grazie mille, ma sono solo pochi scatti frettolosi. il cake tester (indispensabile, nevvero?) l'ho trovato da crate&barrel.
    @sulemaniche: anch'io!!!!
    @housewives: ma certo che si avvererà, NY è un "must" :D
    @mapi: a NY non si può mica vedere tutto in una volta, numerosi viaggi sono assolutamente necessari...

    RispondiElimina
  9. Vedo che a NYC ti sei sbizzarrita, nonostante le contrarietà... :)
    Belle le foto, e dei muffins arriva il profumino fin qui... Yummy! ;)

    RispondiElimina
  10. Grazie mille per il tuo messaggio!
    anche io ti scopro solo ora... e adesso ti seguo molto molto volentieri.

    e grazie per partecipare al contest!

    RispondiElimina
  11. E' da tanto che vorrei visitare N.Y. e adesso ho anche un'amica che vivrà lì per lavoro per un anno... devo assolutamente approfittarne!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. cara, carissima!!
    i muffins, come le patate, ci sono pervenuti da oltre oceano.
    e meno male!!!
    belle le tue foto. sono stata anche io a NY, solo col marito e niente pargoli al seguito.
    bella, viva, giovane ed eletrizzante!
    merita davvero una visita..

    RispondiElimina