martedì 28 febbraio 2012

Doppio patè vegetariano alle nocciole con tegoline al parmigiano

Non sto neanche più a spiegarvelo, tanto ormai lo sapete cos'è questa follia collettiva organizzata e orchestrata dalle due pazze ragazze di menù turistico!
E bando alle ciance, che il tempo stringe...

L'intrigante tema della sfida di febbraio - il patè - l'ha deciso Bucci, che con le sue strepitose tagliatelle alla Barbera ha strameritatamente (e al primo colpo!) vinto la scorsa edizione. Non ho avuto dubbio alcuno: fin da subito avevo deciso che avrei preparato un patè vegetariano e che sarebbe stato ricoperto di gelatina. Sennò che patè è???

Doppio patè vegetariano alle nocciole con tegoline al parmigiano


ingredienti per 2 stampini da plumcake (13 cm di lunghezza):
500 g di topinambur
200 g di carote
1 foglia di alloro
80 g di nocciole tostate e tritate finemente
100 g di burro
100 g di ricotta vaccina
1 scalogno
sale - pepe bianco
per la gelatina:
2 dadi da gelatina
900 ml di acqua naturale
100 ml di brandy

Raschiate le carote, sciacquatele e tagliatele a tocchetti. Lessatele in acqua leggermente salata insieme a una foglia di alloro. Scolatele, eliminate l'alloro e fate raffreddare un poco.
Tritate mezzo scalogno e fatelo stufare in 40 g di burro, unite le carote, fate insaporire e asciugare per qualche minuto.
Mettete 50 g di ricotta nel mixer, unite le carote e frullate fino a ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete le nocciole tritate e mescolate molto bene con un cucchiaio. Aggiustate di sale, coprite con la pellicola e mettete in frigorifero.

Sbucciate i topinambur, lavateli e tagliateli a pezzetti. Cuoceteli a vapore per circa 25 minuti o finché sono teneri e poi scolateli.
Tritate mezzo scalogno e fatelo stufare in 60 g di burro, unite i topinambur, fateli insaporire e asciugare per qualche minuto.
Mettete 50 g di ricotta nel mixer, unite i topinambur e frullate fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiustate di sale e aggiungete una generosa macinata di pepe bianco.

Foderate uno stampo (io ne ho utilizzati due piccoli, ma nulla vieta di farne uno grande) con la pellicola e riempite il fondo con uno strato di patè ai topinambur, utilizzandone metà. Lisciate bene, battete lo stampo sul ripiano per evitare la formazione di bolle d'aria e mettete in freezer per 15 minuti circa. Poi spalmateci sopra uno strato di patè alle carote e rimettete in freezer. Infine riempite lo stampo fino all'orlo con il patè di topinambur restante, coprite con la pellicola e mettete in frigorifero per circa 2 ore.


Preparate la gelatina con gli appositi dadi seguendo le istruzioni sulla confezione, utilizzando 900 ml di acqua naturale e 100 ml di brandy. Versate circa un terzo della gelatina sul fondo di uno stampo leggermente più grande di quello utilizzato per il patè e mettete in frigorifero a rassodare per 2 ore. Tenete la gelatina restante a temperatura ambiente, così rimane liquida.
Sformate il patè ed eliminate la pellicola. Adagiate il patè al centro dello stampo contenente la gelatina e riempite lo stampo con la gelatina restante, coprendo interamente il patè. Rimettete in frigorifero per altre 2 ore.
Immergete brevemente lo stampo in acqua calda, asciugatelo e capovolgetelo sul piatto da portata.

Servite con tegoline di parmigiano oppure con sottili fette di baguette. Buono, buonissimo, di più...!!!


Con questa ricetta partecipo all'emmetichallenge di febbraio 2012.

23 commenti:

  1. Praticamente non si sa da che parti girarsi...ogni pate' e' bellissimo, ma questo e' addirittura sontuoso!

    RispondiElimina
  2. Wow, squisito!Davvero interessante con i topinambur!Complimenti a tutte per le fantastiche ricette create in occasione della sfida di questo mese!Baci

    RispondiElimina
  3. Prima o poi troverò anch'io il coraggio per partecipare :) Tu farai sicuramente un figurone con questo bel paté! :)

    RispondiElimina
  4. E' troppo bello....meno male che è l'ultimo giorno....sono venute fuori delle vere e proprie opere architettoniche....
    Buona giornata
    Vale

    RispondiElimina
  5. oltre al gusto la presentazione è splendida! dorata e preziosa :-)

    RispondiElimina
  6. Cristina, mi ero quasi preoccupata. Cercavo tra la lista dei partecipanti e... non c'eri!! Ora sei uscita con paté delicato e godurioso ed in una veste speciale! Bellissima idea e, se andiamo avanti così, mi toccherà fare un Paté party per avere la scusa di provarli tutti!
    Nora

    RispondiElimina
  7. Ecco questa è una di quelle cose cheee...che mi renderebbero profondamente egoista e anche un po maleducata...nel senso che sono più che sicura che non riuscirei a smettere di mangiarne ignorando tutti gli altri commensali...tiè! :)

    RispondiElimina
  8. AL solo guaradarlo mi vengono le lacrime agli occhi *_*
    Anche io compro sempre le nocciole di Giffoni Vallepiana, ma lo faccio in loco quando vado a trovare i miei genitori in Campania (Giffoni non dista tantissimo da casa mia).
    Baci!

    RispondiElimina
  9. Allora, cominciamo: mi piace l'idea della nocciola, mi piace l'idea delle cialde e il tocco dorato che hai dato al tutto! Insomma mi piace! Super baci a tutta la famiglia
    Dani

    RispondiElimina
  10. E' perfetto e bellissimo!
    Lo vorrei proprio assaggiare...uffa :(

    RispondiElimina
  11. Adesso mi ci dovrei tuffare io nello schermo... e l'ora è quella giusta ;-) Complimenti per l'idea bellissima!

    RispondiElimina
  12. Beh, questo è un sogno, quello che più mi piace del patè è proprio la gelatina che lo avvolge e lo rende così elegante...sei forte..e non far adirare il capo ;-)

    RispondiElimina
  13. concordo con Libera, anche a me nel patè piace molto al gelatina...fantastico è dire poco...ciao.

    RispondiElimina
  14. Ora dì la verità....vuoi rivincere...vero???perchè tu hai già vinto un MTC o sbaglio???
    Meno male che ho desistito dal mettere la gelatina al mio patè.... almeno è così diverso che nessuno farà confronti....vado comunque a nascondermi :DDD, baci, Flavia

    RispondiElimina
  15. Ma è bellissimo! E che luce la tua gelatina!! Poi l’effetto delle nocciole che si vedono in trasparenza è fantastico! Ma il bello è che non è mica solo apparenza… qui c’è anche la sostanza… e che sostanza!
    Brava, brava, un bacione, Bucci

    RispondiElimina
  16. wow che paté fantastico! Ti invidio molto la gelatina, visto che io non l'ho fatta, a casa mia non la mangia nessuno :-(

    RispondiElimina
  17. Aghhhhhhh......ti avevo persooooo...e che cosa vedono i miei occhi? Un lingotto di paté meraviglioso con quelle noccioline che ammiccano da sotto un manto dorato! Ma sei un genio! E le tegoline di parmigiano? Sono d'accordo con la Nora: qui ci vuole un paté party e questa volta sarò io a farmi venire un fegato grosso come quello di un'anatra. Il paté fegato di Patty non lo hanno ancora fatto vero? Potrebbe essere un'idea niente male.
    Fantastica proposta Cristina, davvero magnifica. Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  18. @stefania: è vero, ci sono patè ad ogni angolo che non chiedono altro che di essere mangiati!!
    @meggy: grazie mille! io adoro il sapore dei topinambur...
    @elvira: dài, buttati! :)
    @vale: hai ragione, meno male che è finita... non se ne può più di vedere patè dappertutto! ;)
    @francesca: :))))
    @nora: impossibile mancare all'appuntamento dell'mtc... e ci sto a fare il patè-party, assolutamente!
    @greta: con la scusa di "testarlo" anch'io praticamente me lo sono mangiato tutto...
    @dani: troppo buone quelle nocciole, a casa mia non mancano mai! un abbraccio grande
    @dani MT: grazie mille carissima :) baci ricambiati!
    @chiara: te ne mando un po'??
    @ale: entrambe abbiamo pensato al "bicolore"... siamo troppo sintonizzate ;)))
    @corrado: e che, siculo mi sei diventato?? da te voglio solo "toscanità"!! ;)
    @libera: il boss non mi ha beccata, per fortuna... un abbraccio grande
    @max: anche per me senza gelatina non è patè ;)
    @flavia: ringraziando il cielo non ho mai vinto l'mtc!!! sono orgogliosamente stata una Recipe-tionist però ;))) e i tuoi pesciolini sono deliziosi!
    @bucci: le nocciole nella gelatina sono il mio orgoglio ;) grazie mille, è stato bellissimo partecipare!
    @stella: e tu la gelatina falla lo stesso e... mangiatela tutta!
    @patty: ridooooooooooo!!! ma preferisco un bel patè vegetariano ;)) lol

    RispondiElimina
  19. Altissimo livello questo MT challenge. Non avrei creduto che anche in versione vegetariana potesse venire una meraviglia di questo genere. Complimenti!
    Fabio

    RispondiElimina
  20. Hai vinto qualchecccosa:
    http://www.cucinaamoremio.com/2012/03/versatile-blog-award.html
    Ciao.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  21. CRI evvivaaaaa...hai visto che bella la tua foto? E' davvero incantevole ed ha conquistato anche Giorgia! Un bacioneeeeee...Pat

    RispondiElimina
  22. fabio, grazie! hai visto che abbiamo vinto un bel premio??

    dann, grazie mille carissima!

    patty, hai vistooooooo??!!?? anche i tuoi "ovetti" l'hanno conquistata!!

    RispondiElimina