giovedì 31 maggio 2012

Ancora lui: Surprise Tatin di Yotam Ottolenghi

Ebbene sì, ancora lui, Yotam... non potevo mica lasciarvi con il tofu infuocato, no?!?
Oggi vi propongo dunque un'altra ricetta vegetariana tratta dal libro "Plenty" che, come ricorderete, è stato il nostro favoloso Starbooks di maggio.

Questa torta salata si prepara "alla rovescia", esattamente come la famosa tarte tatin francese, e anche qui viene utilizzato il caramello. La sorpresa alla quale allude il nome credo sia il formaggio di capra, ben nascosto sotto lo strato di patate novelle, che si scioglie in cottura e dà un sapore assolutamente delizioso all'insieme. Veramente buonissima, sia calda che tiepida.

Surprise Tatin di Yotam Ottolenghi

ingredienti per una tortiera del diametro di 22 cm:
200 g di pomodori ciliegini
500 g di patate novelle da forno (con la buccia)
1 grossa cipolla, affettata sottilmente
40 g di zucchero
10 g di burro
3 rametti di origano fresco (io timo)
150 g di formaggio di capra a pasta dura
1 rotolo di pasta sfoglia rotondo
olio evo
sale, pepe

Scaldate il forno a 130°C.
Lavate e asciugate i pomodorini, tagliateli a metà e appoggiateli su una placca foderata di carta forno con la parte tagliata in alto. Condite con un giro d'olio, sale e pepe e mettete in forno ad asciugare per 45 minuti (gli ultimi 10 minuti ho azionato la ventola).

Nel frattempo lavate bene le patate e cuocetele in acqua salata per circa 20 min. Scolate e lasciate intiepidire. Tagliatele a fette di circa 2 cm, lasciando la buccia.

Soffriggete dolcemente la cipolla in un po' d'olio e sale per circa 10 minuti finché è dorata.


Ora che avete preparato tutte le verdure, spennellate d'olio una tortiera di 22 cm di diametro e foderatene il fondo con un disco di carta forno.

In un piccolo pentolino dal fondo spesso mettete lo zucchero e il burro e cuocete a fuoco medio sempre mescolando con un cucchiaio di legno, finché otterrete un caramello marroncino (la prossima volta aumenterò le dosi, perché secondo me il caramello era troppo poco). Versatelo con cautela nella tortiera e inclinatela per distribuire il caramello su tutto il fondo.

Staccate le foglioline dai rametti di origano (o di timo) e distribuitele sopra il caramello.
Posizionate le fette di patata, una stretta all'altra, sopra il caramello. Inserite delicatamente la cipolla e i pomodorini negli spazi (fateceli stare tutti) e condite generosamente con sale e pepe.
Tagliate il formaggio di capra a fettine e con esse ricoprite interamente le patate.
Coprite il tutto con un disco di pasta sfoglia, che deve essere 3 cm più grande della tortiera, e rimboccate delicatamente i bordi intorno alle patate. (Dice Yotam che a questo punto è possibile tenere in frigorifero la torta fino a 24 ore.)

Infornate in forno già caldo a 200°C per 25 minuti, poi riducete la temperatura a 180°C e cuocete per altri 15 minuti, o finché la sfoglia non risulti ben cotta.
Sfornate e lasciate riposare per 2 minuti, non di più. Appoggiate un piatto sopra la tortiera, tenetelo saldamente e girate velocemente la tortiera. Togliete la carta forno e servite.

 

La ricetta originale in inglese è qui.


30 commenti:

  1. Purtroppo in famiglia sono l'unica estimatrice del formaggio di capra. :-( e quindi credo che non potrò rifarla per tutti.... ma mi piace... solo a leggerla sento il sapore.
    Che bella tornata è stata questa di Ottolenghi!
    Buona giornata
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si può sempre cambiare formaggio ...oppure te la fai tutta per te e in due pasti te la magni!!!
      un bacio :))

      Elimina
  2. purtroppo il formaggio di capra proprio non mi piace , ma che dici se cambio tipo di formaggio la posso rifare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma certamente! la ricetta di yotam mica è scritta sulla pietra... ;)))
      secondo me una buona fontina ci starebbe molto bene, oppure se vuoi proprio cambiare sapore potresti osare un roquefort. andando lisci lisci anche la mozzarella, và!
      fammi sapere :))

      Elimina
  3. Mi hai fatto venire un'idea... ;*

    RispondiElimina
  4. Mi sembrava dolce invece è un salato stragustoso!!!!!

    RispondiElimina
  5. Deliziosissima...si dice?!? :-)

    RispondiElimina
  6. ma che super ricetta signora mia!!!! mi piace mi piace mi piaceeee! :O)

    RispondiElimina
  7. Questo libro mi piace sempre di più!!!

    RispondiElimina
  8. inutile dirlo, anch'io l'avevo adocchiata ma cosa non ci ha colpite di questo libro? penso che quando avrò più tempo e calma le rifarò dalla prima all'ultima, garantito!!
    brava!
    ps: anch'io oggi mi sono ispirata ancora a Yotam!indovina cosa ho messo nel suo bulgur? :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah troppo facile: le acciughe!!!!!!!

      Elimina
  9. sembra devvero appetitosa.....mi avete così incuriosita con questo libro....:-P

    RispondiElimina
  10. Woooooooow ... questa torta concentra dei fantastici sapori estivi ... ed il formaggio di capra beh ... c'è a chi piace e a chi no ... a me piace molto! ;-)))
    Colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest "Un paese nel cuore" ... passa a dare un'occhiata ti aspetto.
    Un bacioneee Monique

    http://lacucinadimonique.blogspot.it/2012/05/il-mio-1-contest-un-paese-nel-cuore-dal.html

    RispondiElimina
  11. Questo libro deve essere mio!!!
    Una tatin fantastica devo rifarla al più presto: adoro il formaggio di capra!
    Ciao
    Sarah

    RispondiElimina
  12. Deve essere una cosa eccezionale. Voglio assolutamente provarla già questo finesettimana (però non metto i pomodori - i miei NEMICI X_X)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ussignur... senza pomodorini non so come potrà venire, danno alla torta quel giusto grado di umidità... altrimenti mi sa che risulterebbe un po' troppo asciutta. fammi sapere eh, ci conto!

      Elimina
  13. sounds delicious no matter what type of cheese

    RispondiElimina
  14. Giuro che questa ricetta la provo! Si proprio io che non ho 'MAI sfornato una tatin come si deve , si proprio io che preferisco il dolce al salato!!! Complimenti Cristina ottima questa torta salata e mi sto sempre più convincendo che questo libro é un ...must have

    RispondiElimina
  15. Grazie Cris, devo provare anche questa ricetta! Ogni tanto mi domando se mai riuscirò a preparare tutte le ricette che vorrei...!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara ale, anch'io ho un elenco lungo così di ricette che vorrei provare... e aumenta di giorno in giorno! come si fa?

      Elimina
  16. ma è uguale a quella della foto... pure il diametro dei pomodorini, le sfumature di colore, tutto.... lo so che "mica-per-niente-qui-siamo-krukki", ma belin, sei uno spettacolo!!!
    io sto solo in apnea, aspettando che passi questo momentaccio- e poi mi butto, perchè non ressito più!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai, non è mica vero... la mia è molto più bella!!!! ;)))

      Elimina
  17. L'hai fatta! Dico, l'hai fatta! Era la mia prima scelta, era la ricetta con cui avrei voluto chiudere...è davvero fantastica. Con quelle patatine novelle...ma dico, sei un clone? Perché non riesco a capire se è la foto del libro o la tua! Perfettissima...dimmi com'è? Buona da morire vero? Adoro le tatin salate. E adoro te! Un bacione grande muccocca mia (e chi vuol intendere, intenda!) Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intanto la muccocca sarebbe mio marito... anche se non credo che glielo dirò! ;)))

      e poi ti dico che questa tatin la devi assolutamente fare, è divina! ed è spiegata talmente bene che non può venire diversamente... in fondo, una patata è una patata è una patata :)))

      Elimina
  18. Questa tatin e` fantastica libro o non libro....
    francesca

    RispondiElimina
  19. Ciao Cristina,
    ein tolles Rezept! Tarte tatin mal anders- ich kann es mir gut mit einem Gläschen Bardolino chiaretto vorstellen;)
    ich habe schon mein Auge auf das Buch geworfen:klasse Rezept und sehr schöne Bilder.

    RispondiElimina

dite la vostra! :)