venerdì 5 luglio 2013

Torta alle pesche, papavero e rosmarino e del vero lusso

Oooooooh finalmente una giornata tutta per me! Non so davvero da quanti secoli non avevo la casa a mia completa disposizione... La figlia è a Londra in vacanza, il marito a Parigi per lavoro e io beata e felice mi godo una giornata di libertà per "recupero straordinari".
Il vero lusso? Avere del tempo per sé :)

Ho approfittato di questa mattinata per preparare una torta. Mi piace da matti inventarmi un dolce lì per lì, un po' utilizzando gli ingredienti che ho in casa e un po' sfogliando riviste, libri e blog per ispirarmi. Butto giù la ricetta in qualche modo e poi "aggiusto il tiro" durante la preparazione.

Oggi avevo delle pesche noci stramature che dovevano essere urgentemente utilizzate, casualmente dello yogurt alle pesche nel frigo, un sacchettino di semi di papavero comprato tempo fa che volevo finalmente provare, del bel rosmarino sul balcone...

Torta alle pesche, semi di papavero e rosmarino

ingredienti per una tortiera rotonda di 20 cm:
3 pesche noci
1 cucchiaio di rum
1 cucchiaio di succo di limone
160 g di burro ammorbidito
140 g  + 2 cucchiai di zucchero di canna chiaro
un pizzico di sale
2 cucchiai di semi di papavero
3 uova codice "0" a temperatura ambiente
1 vasetto di yogurt alle pesche nettarine (opp. bianco)
120 g di farina 00
50 g di fecola di patate
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaio di aghi di rosmarino fresco
 
Lavate le pesche noci, asciugatele, tagliatele in quarti, poi affettatele abbastanza sottilmente. Se volete potete lasciare la buccia; le mie pesche erano così mature che è venuta via quasi tutta da sola... Mettete le fette in un piatto fondo, irroratele con il rum e il succo di limone e mescolate delicatamente.

Macinate finemente i semi di papavero insieme a un cucchiaio di zucchero di canna.

Preparate l'impasto: lavorate il burro con lo zucchero, il pizzico di sale e i semi di papavero macinati fino a ottenere un composto spumoso. Aggiungete le uova ad una ad una, poi 50 g di yogurt (lo yogurt restante vi servirà per accompagnare il dolce) e amalgamate bene. Setacciate insieme la farina, la fecola e il lievito e incorporate all'impasto.

Imburrate generosamente e infarinate uno stampo rotondo a cerniera del diametro di 20 cm e passatelo brevemente in freezer, poi versatevi l'impasto.

Scolate le fette di pesca noce dal liquido che si è formato nel frattempo e sistematele sopra all'impasto sovrapponendole e premendo leggermente.

Macinate molto finemente gli aghi di rosmarino insieme a un cucchiaio di zucchero di canna e cospargetevi le pesche.


Infornate in forno statico già caldo a 175°C per circa un'ora. Fate la prova stecchino e se esce asciutto sfornate il dolce. Lasciatelo raffreddare nello stampo per un quarto d'ora, poi sformatelo e lasciate raffreddare del tutto.
Servite a fette accompagnando con lo yogurt rimasto.

Anche i miei gatti sono liberi e belli... come sempre!
Mico ha caldo...

...e Leo si rinfresca nel bidet ;)





33 commenti:

  1. certo che in questo periodo le pesche la fanno da padrona, in un sacco di blog sto ammirando le pesche in tutti i modi ah ah!
    Questa torta immagino quanto sia particolare per i sapori e gli accostamenti, io il rosmarino l'ho provato con le mele e ci è piaciuto molto :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mele e rosmarino sono un connubio perfetto!
      grazie, un abbraccio!

      Elimina
  2. Torta di pesche invitantissima e da rifare prima possibile ma Mico e Leo sono strepitosi .... Da strizzare e sbaciucchiare senza ritegno ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo lo puoi anche pastrugnare tutto, ma Mico... non te lo consiglio! E' una tigreeeeeee!
      :)))

      Elimina
    2. Ho capito Mico e' come Matisse sembra malleabile ma ....no neanche u pensarci ....solo da me e se è' il momento giusto vero? ;-)

      Elimina
  3. Che particolare!!! Ne vorrei davvero assaggiare una fetta!!
    Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara silvia, se passi da me te ne daro' volentieri una bella fettona! :)

      Elimina
  4. Adoro limone e semi di papavero...e i gatti sono adorabili, parola di Cabiria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie e un grosso MIAO a Cabiria ^__^

      Elimina
  5. Rosmarino, con le pesche! Che bella idea!
    Mi sa che presto o tardi (magari a fine estate, prima che finiscano le pesche) la propongo alla famigliola!
    Baci e ... goditi il lusso!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara nora, secondo me il cucciolo apprezzerebbe molto... ;)
      ora sono in montagna e mi godo il lusso del silenzio e dell'aria pura...
      un abbraccio grande

      Elimina
  6. Pesche e rosmarino: perfetti, semi di papavero: sublimi, mici: da baciare, torta: da mangiare, la tua "libertà": impagabile... Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. impagabile... l'hai detto!! :)))
      ti abbraccio

      Elimina
  7. aggiungo, oltre al tempo per sè, lo spazio. Altro vero lusso dei nostri giorni. Splendida torta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaah avere almeno una stanza in piu'... e' vero, lo spazio non basta mai!
      grazie, a presto :)

      Elimina
  8. che coraggio, hai acceso il forno? beh per questa meraviglia ci si può sacrificare, sì, decisamente sì, torta molto invitante, ottimo lavoro!!
    baci
    Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cris! effettivamente faceva un po' caldo nella mia cucina... e' per quello che dopo non me la sono sentita di stirare... ;)))

      Elimina
  9. Hai ragione, avere tempo a disposizione per sè oggi come oggi è veramente un lusso e che soddisfazione quando succede :)
    Torta strepitosa in tutto, dalle pesche allo yogurt, dal rosmarino ai semi di papavero.
    E mici simpaticissimi ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mari! un bacione a te e al marito :)

      Elimina
  10. Come hai ragione... per quanto si voglia bene ai propri cari, ogni tanto ci vuole una pausa! Torta buonissima e originale con quel tocco di rosmarino...
    Buona domenica
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piu' che dalla famiglia, la pausa mi serve dal lavoro... ;)
      grazie mille e buona settimana!

      Elimina
  11. Io invece non ho mai provato ad abbinare, in un dolce, erbe aromatiche e frutta, ma nella lista delle cose da fare in quest'estate che galoppa, inserisco anche questo esperimento.
    Anch'io vorrei il lusso del tempo libero ( da studentesse di rendevano conto di quale privilegio grande erano le "vacanze"?), ma ho quasi paura di concedermelo.
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fammi sapere se l'esperimento ti piace, ok?
      di tempo libero, anche soltanto per non fare assolutamente nulla, ne vorrei un po' ogni tanto...

      Elimina
  12. Mi sembra bellissima, ho copiato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie corrado! un abbraccio :)))

      Elimina
    2. P.S. - Un saluto ai tuoi bambini pelosi - Anche il mio soffre il caldo, ma e' bravissimo a trovare l'angolino giusto per far passare la giornata :-)

      Elimina
  13. condivido! avere tempo per se stessi è davvero un lusso in questa vita che sembra una giostra impazzita, almeno per me!ottima questa torta, sapori distinti ma buonisismi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie lucy! cerco di scendere ogni tanto dalla giostra, ma mica sempre ci riesco...

      Elimina
  14. E aggiungo: complimenti per la copertina :-) Tu sai a cosa mi riferisco...
    XOXO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guard! appena becco la patty... ;)))

      Elimina
  15. Si, come ti capisco. Oramai non piu' tempo neppure di dormire il sonno dei giusti (o il giusto sonno!). Grazie per avermi segnalato l'errore ;)

    RispondiElimina
  16. Cristina, ti invidio. Avere una giornata intera tutta per sé è un tesoro inestimabile. Mi capita così raramente che quando succede mi sento immensamente privilegiata ed ovviamente come te, a cosa penso? Alla cucina. La tua torta sa proprio di casa, di tempi lenti e di estate. La adoro....ed ho scoperto che abbiamo due mariti scorpioni che secondo me si assomigliano da ciò che mi racconti. Non vedo l'ora di rivederti molto presto. Un fortissimo abbraccio. Pat

    RispondiElimina