sabato 19 maggio 2012

Caviale di zucchine e crema di Parmigiano (Recipe-tionist)

Lo so, lo so... sul bellissimo blog di Annalù e Fabio, alias gli Assaggi di Viaggio, ci sono dei dolci strepitosi. Mentre Fabio si diletta magistralmente con la fotografia e sforna a getto continuo irresistibili giochi di parole, Annalù è una fedele seguace della "SM". Cos'è la SM?? Ma la setta montersiniana, no?! E dunque ho detto tutto sulle sue capacità pasticcifere...
Siccome loro sono gli Recipe-tionist di questo mese, avrei forse dovuto riproporre una torta, dei macarons, dei babà, un budino, dei croissant e chi più ne ha più ne metta, eppure mi sono lasciata incantare da una semplice verrine salata, tratta da una ricetta di José Maréchal, lo chef del famoso bistrot parigino "Café Noir".

Complici di questa scelta sono stati gli ingredienti: delle freschissime zucchine novelle con il fiore acquistate al mercato e un enorme pezzo di parmigiano (buono all'ennesima potenza!) regalatoci qualche giorno fa da nostri cari amici di Parma.

La ricetta originale la trovate qui da Fabio e Annalù. L'unico mio cambiamento è stato sostituire il cumino in polvere con la maggiorana.

Caviale di zucchine e crema di Parmigiano, di José Maréchal


ingredienti per 4 bicchierini:
per il caviale di zucchine
una decina di piccole zucchine novelle
2 prese di maggiorana tritata
poco sale
pepe
1/2 cucchiaino di zucchero
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
per la crema di formaggio
20 cl di panna fresca
100 di parmigiano
per guarnire
fiori di zucca
pepe di mulinello

Preparate il caviale di zucchine (solo un francese poteva trovare un nome così chic per questa "zucchinata"...!!): tagliate le zucchine a rondelle, cuocetele al vapore o in acqua bollente salata per 2 minuti o poco più, scolatele e passatele subito sotto l'acqua fredda per fermare la cottura. Scolatele ancora, poi schiacciatele con la forchetta (o, se vi viene più facile, tritatele finemente con un coltello).
Aggiungete la maggiorana, il sale e il pepe, lo zucchero, il rametto di rosmarino legato con uno spago (così non perderà gli aghetti), l'aglio in camicia e l'olio d'oliva.
Rimettete nella casseruola e terminate la cottura a fuoco basso per 2-3 minuti.
Mescolate bene in modo da ottenere un composto omogeneo, eliminate l'aglio e il rosmarino e lasciate raffreddare in luogo fresco.


Preparate la crema di parmigiano: tagliate il formaggio a pezzetti (io l'ho grattugiato) e mettetelo in una piccola casseruola con la panna fresca. Scaldate a fuoco bassissimo, mescolando di continuo per far sciogliere il formaggio e far ridurre la crema senza che si attacchi.
Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.

Nel frattempo tagliate a striscioline alcuni fiori di zucca e friggeteli in un velo d'olio finché diventano croccanti.

Montate le verrines: riempite i bicchieri con il composto di zucchine fino a 2/3. Con molta cura versateci sopra la crema di parmigiano. Decorate con i fiori di zucca fritti e una macinata di pepe.

Semplice e buonissimo! Attenzione soltanto a non salare troppo le zucchine, poiché la crema di parmigiano è già molto sapida.

E anche questo mese partecipo al The Recipe-tionist della mitica Flavia!






12 commenti:

  1. Das merke ich mir für die ersten Zucchini, die in meinem Garten wachsen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mit eigenen Zucchini wird es nochmal so gut!!!

      Elimina
  2. M-E-R-A-V-I-G-I-O-S-O ...... complimenti anche per le foto!!!! Pensa che ho lo stesso libro di Marèchal e non è presentato così bene come hai fatto tu.... coem direbbe l'autore: Chapeau ma chère :D , buona domenica, Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow, che complimentoni! :)))
      è sempre un piacere partecipare al tuo gioco, è il più bello del web!!!

      Elimina
  3. Ottima scelta, ma soprattutto ottima realizzazione!!

    RispondiElimina
  4. Bellissima! Questa ricetta mi piace molto. Credo, di provarla al piu' presto.
    E' anche' una bella presentazione!

    RispondiElimina
  5. Cavoli, che ricetta goduriosa! Seguo il tuo blog sempre più volentieri!

    RispondiElimina
  6. Semplice, efficace e delizioso!!!

    RispondiElimina
  7. accidenti, ma qui siamo a livelli alini, eh... tipo chef proprio!!! che bel piatto (bicchiere!), comlimenti!!!

    RispondiElimina
  8. Cristina ti sono venute benissimo...e come dubitarne?;-)
    Bravissima!!!
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  9. ma queste verrine sono strepitose....altro che torte di Montersino ;-) mi ci tufferei.

    RispondiElimina